PCTO - Percorsi per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento (ex Alternanza scuola-lavoro)

La legge di Bilancio 2019 ha disposto la ridenominazione dei percorsi di Alternanza scuola lavoro di cui al decreto legislativo 15 aprile 2005, n. 77, in “Percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento”. Le indicazioni contenute nella Risoluzione adottata dall’Assemblea Generale dell’ONU il 25 settembre 2015 “Trasformare il nostro mondo: l’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile”, delineano il ruolo e la funzione rilevante che assume l’orientamento, definito come un “processo continuo che mette in grado i cittadini di ogni età, nell’arco della vita, di identificare le proprie capacità, le proprie competenze e i propri interessi, prendere decisioni in materia di istruzione, formazione e occupazione, nonché gestire i propri percorsi personali”.

In continuità con le Linee guida del 2014, la scuola è impegnata a sviluppare le competenze orientative di base lungo alcune direttrici fondamentali:

  • la predisposizione di un curricolo formativo unitario e verticale con una connotazione orientativa all’interno del PTOF
  • la previsione di standard minimi
  • l’offerta di servizi di tutorato/accompagnamento.

“I PCTO intendono promuovere competenze trasversali, che permettano agli studenti di maturare un atteggiamento di graduale e sempre maggiore consapevolezza delle proprie vocazioni, in funzione del contesto di riferimento e della realizzazione del proprio progetto personale e sociale, in una logica centrata sull’auto-orientamento.”

Il modello formativo che l’Istituto intende applicare nell’ambito dei PCTO implica periodi di apprendimento in contesto esperienziale attraverso le metodologie del learning by doing e del situated learning, per valorizzare interessi e stili di apprendimento personalizzati e facilitare la partecipazione attiva, autonoma e responsabile, in funzione  dello  sviluppo di  competenze trasversali, all’interno  di esperienze formative e realtà dinamiche e innovative del mondo professionale.

Fermo restando il vincolo del monte ore minimo di 90 ore nel triennio finale per i licei e di 210 ore per gli istituti professionali, l’istituzione scolastica nella sua autonomia può realizzare i PCTO anche per un periodo superiore. Dai risultati dei monitoraggi effettuati tra gli studenti risulta evidente ed elevato il gradimento dei periodi di apprendimento in contesti lavorativi, si ritiene sia più efficace che il monte ore obbligatorio sia utilizzato per intero in tali contesti mentre le ore di orientamento e formazione che vedono coinvolto tutto il Consiglio di Classe nella preparazione del percorso saranno considerate ore aggiuntive al PCTO, determinate autonomamente dai progettisti in relazione a quanto si ritiene opportuno e necessario per il successo formativo degli studenti nell’ambito dei PCTO.

Referente e Contatti

Funzione strumentale Area 4 – Alternanza Scuola/Lavoro, stages, tirocini, coordinamento esami di qualifica e rapporti con il territorio: prof.ssa Maria Capuano

Galleria percorsi
Europe and its opportunities
Workshop di serigrafia
Stampando si impara
Students at work
Bruxelles, non solo stage
Il tirocinio di Bruxelles al suo giro di boa
Il Garrone in vetrina
Palazzo Della Marra in tutte le forme
Barlett' artecultura
Eventi passati